annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Lo Hobbit - la trilogia di PJ

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ma io non è che volessi più Beorn , ma più spazio ai personaggi del libro, come giusto che sia. Non si possono trovare pg inventati che han più spazio di quelli del libro, oltretutto con 3 film a disposizione. La cosa di BOlg era semplice, bastava fare com'era impostato il tutto con 2 film.

    Commenta


    • Un Viaggio Inaspettato è il migliore dei tre di gran lunga, l'ho sottolineato. Ha però il grande difetto di essere indeciso cosa tenere per sto film e cosa posticipare a dopo, quindi diluisce ed allunga tutto all'inverosimile con autoindulgenza. Infatti termina in modo interlocutorio, per quel che ne sapevamo, il secondo film avrebbe potuto cominciare con i nostri giunti nei pressi della montagna.

      Andrea90 Ho visto le tue immagini, mamma mia che imbarazzo. Il trucco di Bolg era ottimo, nel film invece è diventato una poltiglia di plastica anonima.
      Ultima modifica di Sensei; 12 October 20, 14:32.

      Commenta


      • Per me quello era il migliore orco di tutta l'esalogia, fa un po' te. Relegato in quella maniera.

        Commenta


        • Tra un paio di giorni saranno passati esattamente 5 anni dal nostro ultimo (per adesso!) viaggio nella Terra di Mezzo, ovvero con l'uscita dell'edizione estesa de Lo Hobbit La battaglia delle 5 armate.
          E' incredibile quanto rapidamente scorra il tempo!

          Nel mentre se ne sono dette di ogni su questa travagliata "operazione", come la chiamò giustamente Francesco Alò nel voler sottolineare quanto il puro interesse artistico (preponderante in quel masterpiece che è ISDA) fosse stato spesso accantonato in questo caso per puntare maggiormente sulla monetizzazione.
          L'idea di trasporre un romanzo di appena 300 pagine + alcuni capitoli delle appendici in 3 film con tanto di edizioni estese è un'idea che è da pazzi solo a pensarci, a maggior ragione se lo fai nei confronti di un autore che ha generato un fandom talmente forte e radicato che in confronto Morgoth con i propri eserciti è un pivello!
          Non so se sia una leggenda metropolitana, ma avevo letto che, dopo l'abbandono di Del Toro, a Jackson venne un'ulcera gastrica quando lo richiamarono alla regia.

          Mi rivedo questa trilogia (rigorosamente in EE) più o meno 1 volta all'anno:
          -UVI per me è un vero capolavoro del suo genere, lo ritengo a mani basse il miglior film fantasy degli ultimi 15 anni, ci sono tantissime sequenze che ti fanno respirare perfettamente l'atmosfera del romanzo e quel senso di viaggio nella Terra di Mezzo che solo con La Compagnia dell'Anello avevo veramente provato. Si vede chiaramente che è il film su cui hanno avuto più tempo per lavorarci con calma e precisione, sia dal punto di vista della CGI e fotografia migliore rispetto ai successivi capitoli, sia in merito alla sceneggiatura. (NB: ovviamente per la critica è il peggiore della saga).
          -DDS per me è il capitolo più debole della saga, molto bella la prima parte fino al reame boscoso, poi diventa un minestrone di aggiunte spesso senza senso fino ad arrivare al punto più orgasmico della trilogia, ovvero il momento in cui si vede Smaug per la prima volta, tutta la sequenza con le monete che scivolano scoprendo parti del corpo del drago, Bilbo che atterrito si rende conto di quanto la creatura sia enorme, la prima volta in cui si sente la sua voce tonante realizzata magistralmente sia da Cumberbatch che da Ward... roba da fare scuola! Eppure si notano palesemente le aggiunte volute al passaggio da 2 a 3 pellicole, con la CGI a tratti ottima e a tratti veramente scadente (ancora peggio della colata d'oro c'è la sequenza di Legolas a cavallo che sembra uscita da un gioco della PS2).
          -BD5A come capitolo finale soffre inevitabilmente degli errori conseguenti all'effetto domino generato nel passare da 2 a 3 film, la CGI diventa ancora più cartoonesca e ingombrante e anche la fotografia è completamente diversa e più fittizia rispetto ai precedenti capitoli, è palese che siano arrivati letteralmente con l'acqua alla gola per portarlo in sala in tempo (infatti la vera versione cinematografica sarebbe dovuta essere quella che è poi diventata l'EE, come dichiarato dallo stesso Jackson). Per me questo capitolo ha comunque avuto il pregio di regalare alcune scene action e di battaglia corale che solo Jackson avrebbe potuto realizzare, dalla carica dei montoni fino a quella di Thorin & co, nonostante alcune pecche in stile Snyderiano che però in alcuni casi ho anche apprezzato.
          Il vero rammarico (mi tocca dirlo) è aver visto poco Beorn, non tanto per la fedeltà al romanzo, ma perchè, avendo bene in mente quello che Jackson aveva magistralmente fatto con King Kong, mi sarebbe piaciuto tantissimo vedere una cosa simile con l'orso gigante vs orde di orchi e qualche troll.

          Nonostante i vari difetti riportati anche da alcuni di voi, e tenuto pure conto delle difficoltà realizzative, ci tengo a sottolineare quanto io reputi questa trilogia un ottimo prodotto, nettamente superiore alla quasi totalità degli attuali blockbuster.
          Chi sostiene il contrario si merita tutta la MERDA che si siamo dovuti sorbire in questi ultimi 5 anni, dai cinecomic Marvel e DC, a Star Wars, a Pirati dei caraibi, fino agli orrendi live action Disney.


          Commenta


          • Io vi dirò, l'atmosfera del libro la sento anche in varie parti di DOS. Tutta la parte iniziale, prologo a Brea, l'inseguimento fino a casa di Beorn con tanto di sosta, parti del reame boscoso con i ragni. Molto buona per me, il problema sorge quando entrano in gioco personaggi inventati: dalla cattura in poi. Prima era un ottimo adattamento, peccato che duri mezz'ora.

            Ci son film marvel molto più riusciti di questi film, comunque.

            Commenta


            • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
              Per me quello era il migliore orco di tutta l'esalogia, fa un po' te. Relegato in quella maniera.
              Che ci riconduce al difetto principale, cioè una trilogia che ad un certo punto era un caos produttivo e con una miriade di scelte in corso d'opera.

              Azog come doveva essere con il mero trucco originariamente? Ci sono immagini? Infatti questo ammasso di plastichina in CGi mi fece schifo al cinema a vederlo, visto che ricordavo gli orchi truccati e perfetti del Signore degli Anelli.

              Tranne Un Viaggio Inaspettato, gli altri due film sono tranquillamente paragonabili con i blockbuster mediocri dei franchising citati... mi duole dirlo, ma è così, perchè ne racchiude appieno tutti i difetti.

              King Kong me lo ricordo molto meglio, gigantismo e auto-indulgente a manetta quanto volete voi, ma sull'isola è una giostra bellissima in cui Jackson ha organizzato abbastanza bene l'itinerario, anche perchè maggiormente nel suo elemento. Non ho mai visto l'edizione estesa.
              Questo si superiore alla paccottiglia Marvel e DC, gioca proprio un altro sport in confronto a questi.
              Ultima modifica di Sensei; 12 October 20, 18:53.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Sensei Visualizza il messaggio



                Azog come doveva essere con il mero trucco originariamente? Ci sono immagini?
                hobbityaznega2.jpg

                La versione in prostetico di Azog era questa, poi è diventato dei suoi ufficiali che si vede nella scena dell'inseguimento con i lupi.

                Commenta


                • E non ci sarebbe stata tutta quella stronzata della protesi di Azog. Mamma che scelte trashissime.

                  Su King Kong concordo. Tanta roba a confronto.

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                    Io vi dirò, l'atmosfera del libro la sento anche in varie parti di DOS. Tutta la parte iniziale, prologo a Brea, l'inseguimento fino a casa di Beorn con tanto di sosta, parti del reame boscoso con i ragni. Molto buona per me, il problema sorge quando entrano in gioco personaggi inventati: dalla cattura in poi. Prima era un ottimo adattamento, peccato che duri mezz'ora.

                    Ci son film marvel molto più riusciti di questi film, comunque.
                    La sequenza di Bosco Atro nell'EE è la parte più bella di DOS imho. Non sarà totalmente uguale a quello vivono i nani nel libro, però ritengo che una rappresentazione migliore del Bosco Fronzuto non la potevamo avere.

                    Commenta


                    • Francamente l'Azog con l'espressività e la fisicità di uno come Manu Bennet trovo che faccia infinitamente una figura migliore di quello sgorbio che ho mostrato nel precedente messaggio.
                      Non a caso hanno poi deciso di relegarlo a fare il sottoposto sfigato che muore male.

                      Non iniziamo a fare i bastian contrari così de botto senza senso!

                      Tutt'altro discorso per Bolg in prostetico (aka il carceriere) che invece è veramente l'orco meglio realizzato dell'esalogia

                      Commenta


                      • Il punto è che il villain sarebbe stato Bolg prostetico al posto di Azog CGI. E' quello che conta. In 10 secondi ruba la scena in una maniera incredibile, figuratevi se fosse stato il villain.

                        Commenta


                        • Ogni tanto torno in questa landa desolata di perfetti cultori del cinema, registi mancati, tecnici, fotografi, profeti dell'ottava arte che di giorno il fato ha relegato a fare studenti fuori corso o impiegati annoiati. Che ancora si ritrovano a svuotare la propria bile su un prodotto che non hanno mai amato ma, non avendo nulla di meglio su cui redirigere le proprie passioni si ritrovano qui.
                          Ancora una volta è il solo Giorgio F a riuscire a dare un giudizio un minimo equilibrato sull'opera, che tutti gli altro sono capaci di vedere solo per le sue caratteristiche tecniche e nient'altro (come se il cinema fosse un esercizio tecnico e basta). Ricorda bene Giorgio quando parla dell'ulcera di Jackson, ma non all'inizio, durante la lavorazione del film.
                          Jackson fu costretto a prendere in mano un progetto che non avrebbe mai voluto cominciare ma lo fece con tutta la passione che potè metterci: l'attenzione a tanti particolari sua e del suo gruppo di lavoro (postura dei nani, loro caratterizzazione ecc che è possibile scoprire non solo guardando i film ma anche leggendo le pubblicazioni collegate) lo dimostrano. Quindi chi parla di un Jackson pigro scrive solo una scemenza e la sua ulcera lo conferma.
                          Lo Hobbit rimane un'opera perfettibile, con tanti difetti, che ha la colpa di arrivare in pasto ad un branco di nerd troppo cresciuti in cerca di una magia, quella della prima trilogia, che non può essere ripetuta, per tanti motivi.
                          Ma rimane un opera fantasy indimenticabile per i MOMENTI CHE REGALA, PER LE ATMOSFERE CHE GENERA, PER L'EPICA DI TANTE SITUAZIONI. L'incontro di Bilbo coi nani, il rapporto difficile di Thorin con Bilbo, la malattia del drago di Thorin, l'incontro di Beorn con Gandalf ed i Nani, il dialogo tra Bilbo e Gollum, il duello tra Thorin e Azog, la figura tormentata di Bard diviso tra la necessità di proteggere i propri figli e quella di guidare il suo popolo sono solo alcune delle cose che uno spettatore normale, dotato di un minimo di capacità di emozionarsi e/o amante del fantastico e dell'epica non può sacrificare ai pur presenti difetti tecnici o di coerenza dell'opera.
                          Lo Hobbit rimane un'opera ricca di emozioni e significati al di là del genere a cui appartiene, infinitamente superiore alla paccottiglia Marvel o a quell'opera sconclusionata dell'ultima trilogia di Star Wars ad esempio, magnifica nella sua esagerazione, che ha consegnato al pubblico personaggi molto più profondi e sfaccettati di quando non abbia fatto la prima trilogia.
                          I vostri commenti, se ancora ci fosse bisogno di ricordarlo, tutti concentrati su tecnicismi importanti ma freddi, indicano quanto chi scrive qui, per la maggior parte, non sappia nemmeno da lontano cosa sia il cinema e quale possa essere la sua funzione.

                          Commenta


                          • Per me UVI è tanta roba, con i suoi difetti è un ottimo adattamento infatti c'è praticamente tutto, più altro. Provate a pensare a che film sarebbe venuto fuori se avessero mantenuto le premesse iniziali di due film, forse anche al pari della CDA come atmosfere. DOS molto bello fino alla cattura dei nani, si respira proprio l'aria della TDM, dalla cattura fino alla fine del terzo invece si fanno prima a contare le scene che si salvano. Lo stesso incontro col drago è rovinato dal montaggio e dalla continua alternanza con Lago Lungo che rovinano tutto. Il terzo film penso di salvare solo la scena dell'addio di Bilbo a Gandalf con ritorno a casa, quello molto bello.

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Andrea90 Visualizza il messaggio
                              Il terzo film penso di salvare solo la scena dell'addio di Bilbo a Gandalf con ritorno a casa, quello molto bello.
                              Ogni tanto mi riguardo questa scena:

                              È strabiliante la capacità di Armitage di passare da un sorriso quasi fanciullesco e immacolato ad uno sguardo cupo e colmo di odio nell'arco di 1 secondo...
                              Che attore pazzesco! Per me è senza dubbio una delle migliori scene dell'intera esalogia, è puro Tolkien pur non essendo mai stata scritta da lui.

                              E la scena in cui Gandalf si siede vicino a Bilbo mentre contemplava il cadavere di Thorin? Con lo stregone che si pulisce freneticamente la pipa? È qualcosa di magistrale! Si percepisce tutto l'imbarazzo e il senso di colpa di Gandalf nell'aver coinvolto Bilbo in un'impresa che l'ha portato a conoscere morte e distruzione... il tutto senza la necessità di pronunciare neppure una parola!
                              ​​​​​Da far vedere nelle scuole di drammaturgia

                              Per non parlare di altre scene comunque potentissime come il rapporto padre-figlio che si crea nell'uccidere Smaug, o il discorso di Thorin che chiede ai suoi di seguirlo un'ultima volta... il tutto accompagnato dalla stupenda colonna sonora di Shore.

                              Ripeto: vi meritate le baracconate della Marvel che hanno letteralmente monopolizzato il cinema di questi ultimi anni...

                              ​​​​
                              Ultima modifica di Giorgio F; 13 October 20, 15:18.

                              Commenta


                              • Son fulmini che spariscono subito, l'unica scena continua degna di nota per me resta il finale. E poi non capisco sta cosa delle baracconate marvel che continuate a ripetere quando è da giorni che si continua a dire che UVI è un signor film.
                                Comunque ripeto, certi film marvel funzionano meglio di questa trilogia.

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X