annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Star Wars - nuovo film (Taika Waititi)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • terzappi
    ha risposto
    Originariamente inviato da Cooper96 Visualizza il messaggio

    Ricordo ancora come all'uscita di TFA, quando qualcuno qua diceva che Abrams aveva fatto un film pieno di mystery box vaghe senza un progetto dietro, arrivavano i sapientoni a rispondere "ragazzi ma come siete ingenui, la Disney è un colosso, hanno già pianificato i prossimi 10 film e i prossimi 20 anni, certe volte cadete proprio dal pero".


    Mmm. Tolto miapiccolina mi citi qualcuno che pensasse ciò che hai scritto? Perché onestamente non ho ricordi di pazzi che pensassero alle mistery box di Abrams come facenti parte di una narrazione strutturata e di ampio respiro

    Lascia un commento:


  • Cooper96
    ha risposto
    Originariamente inviato da StoneAngel Visualizza il messaggio
    non c'è alcun progetto artistico dietro.
    Ricordo ancora come all'uscita di TFA, quando qualcuno qua diceva che Abrams aveva fatto un film pieno di mystery box vaghe senza un progetto dietro, arrivavano i sapientoni a rispondere "ragazzi ma come siete ingenui, la Disney è un colosso, hanno già pianificato i prossimi 10 film e i prossimi 20 anni, certe volte cadete proprio dal pero".



    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Originariamente inviato da StoneAngel Visualizza il messaggio

    Se Thor Love and Thunder va sotto le aspettative la Lucas lo silura, come ha tolto di mezzo Patty Jenkins, Rian Johnson, ecc. In silenzio, senza fare clamori, semplicemente non parlando più del progetto che diventerebbe rarefatto col tempo nella memoria di chi segue le news.

    Sono interessati solo a nomi sulla cresta dell'onda, non c'è alcun progetto artistico dietro.
    THIS, semplicemente THIS.

    Lascia un commento:


  • ReXe
    ha risposto
    Originariamente inviato da StoneAngel Visualizza il messaggio

    Se Thor Love and Thunder va sotto le aspettative la Lucas lo silura, come ha tolto di mezzo Patty Jenkins, Rian Johnson, ecc. In silenzio, senza fare clamori, semplicemente non parlando più del progetto che diventerebbe rarefatto col tempo nella memoria di chi segue le news.

    Sono interessati solo a nomi sulla cresta dell'onda, non c'è alcun progetto artistico dietro.
    silurare Waititi e come silurare i due che dovevano dirigere lo spin-off su Solo, nomi che potevano dare qualche personalità artistica, che venga brutto o bello chissà, ma si hai ragione, la pappetta anonima senza rischi vende meglio e contenti tutti.

    Lascia un commento:


  • StoneAngel
    ha risposto
    Originariamente inviato da ReXe Visualizza il messaggio
    scommessa, entro l'anno Waititi abbandona la regia per divergenze creative e ci entra Bryce Dallas Howard
    Se Thor Love and Thunder va sotto le aspettative la Lucas lo silura, come ha tolto di mezzo Patty Jenkins, Rian Johnson, ecc. In silenzio, senza fare clamori, semplicemente non parlando più del progetto che diventerebbe rarefatto col tempo nella memoria di chi segue le news.

    Sono interessati solo a nomi sulla cresta dell'onda, non c'è alcun progetto artistico dietro.

    Lascia un commento:


  • The Fool
    ha risposto
    Dio ce ne scampi.

    Lascia un commento:


  • ReXe
    ha risposto
    scommessa, entro l'anno Waititi abbandona la regia per divergenze creative e ci entra Bryce Dallas Howard

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Con quelle tettone, per me può fare anche la protagonista di questo film di Taikone

    Lascia un commento:


  • Yalun
    ha risposto
    Brie Larson come Revan XD parecchi insorgerebbero XD

    Lascia un commento:


  • Naihir
    ha risposto
    Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    Il discorso madre a dire il vero verteva se interessasse al grande pubblico più una storia sugli Skywalker, su Han Solo e su Yoda e Palpatine o se invece Star Wars sarebbe stata la gallina dalle uova d'oro anche parlando della 42esima dinastia dei sith 1000 anni prima o dopo.

    Io sostenevo che per la gente (nerd o no poco importa) Star Wars sono quei personaggi e quegli attori lì. E che Lucas non era un cretino e aveva chiamato attori famosi per la prequel, ad interpretare personaggi più o meno noti, per fidelizzare subito il pubblico. Non per portarlo al cinema, che ci sarebbe andato comunque per conoscere la storia di Darth Vader, Obi Wan Kenobi, l'imperatore e Yoda, ma per fare breccia nel pubblico, fidelizzarlo appunto.
    E ti ho risposto che non è così. Esiste un gioco di nome "Knight of the Old Republic" che sta li a smentirti.

    Porta quel gioco (o meglio quel periodo) in live action, che non ha alcun legame con i personaggi che hai elencato e vedrai quanti saranno ad esultare.

    Star Wars non è vincolato a quei personaggi li, questo è quello che nel 2015 voleva farti credere la Disney.

    Oggi se riprendi quei personaggi hai un buon 90% di NON accontentare nessuno. Hai le prove tangibili.

    - Han Solo in Ep7 era la copia imbolsita di se stesso.
    - Luke in Ep8 è stato totalmente divisivo.
    - In generale i tre personaggi nella sequel sono stati un peso ed un limite narrativo per quelli nuovi.
    - Il film di SOLO ha floppato.
    - Book of Boba ha ricevuto lamentele perché "Boba non spara"
    - Kenobi ha fatto pure peggio perché in 6 episodi si costruisce roba a vuoto con soli 10 minuti di duello, interessanti.

    Mi pare abbastanza palese che la formula del continuare a violentare i vecchi personaggi narrativamente non sta portando nulla di buono. Nessuno ha ricordi idiliaci di tutte le produzioni che hanno ripreso in mano personaggi iconici della saga.

    Il feedback di chi segue SW (o di chi lo conosce), è quello di volere "storie nuove". Proprio perché la Galassia lontana lontana ti permette di poter parlare anche di altro, che sia avanti o indietro. A te magari non interessa una cippa lippa dell'Alta Repubblica ma, basterebbe andare a vedere il successo che sta avendo questa nuova storia, che purtroppo hanno deciso di far partire solo tramite i fumetti.

    Metti quella roba in live action e faresti contente molte persone 1) lo spettatore generico la vedrebbe, perché ci sarebbero spade, astronavi, alieni eccecc 2) il fan avrebbe finalmente delle storie nuove che non vadano ad intaccare l'esalogia di Lucas o vecchi personaggi.

    Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    Il resto Naihir sono tue (mis)interpretazioni e distorsioni del discorso. Ti sei concentrato sulla locuzione "super star", senza capire che il succo del mio discorso non cambiava di una virgola anche mettendoci solo le parole "star" o "attori famosi". Quello che non ho chiaro è se hai fatto il finto tonto, per delegittimare gli interlocutori, o se non l'hai capito sul serio.
    Nessuna mal interpretazione è quello che avevi scritto. Le "super star" servono per attrarre ed acchiappare. Un conto è parlare dei personaggi "Luke" "Darth Vader" "Kenobi" "Boba" un altro è parlare del nome dell'attore. Sono due cose diverse.

    Se chiami Keanu Reeves e lo metti a fare un personaggio completamente nuovo che non c'entra nulla con gli Skwalker e i vecchi film, cosa diventa? Un nome attrattivo super famoso. Star Wars ha bisogno di questo stratagemma per vendersi? Assolutamente no, ha un brand di richiamo.

    MA a prescindere da questo, io ti contrastavo la tua visione che a Lucas servissero "nomi di punta" per fidelizzare il pubblico per Ep1. No, non aveva bisogno di nessun nome di punta, perché il marchio Star Wars si faceva pubblicità già da solo e l'aura di big event, non glie la toglieva nessuno.

    Tra l'altro non c'era nessuna operazione "furba" sapevamo tutti che la storia doveva legarsi a quella della OT. Quindi è più che normale (e giustificato) che nella storia dovessero apparire "Kenobi", "Palpatine", "Yoda" eccecc

    Questa tua idea poi la smentisce il fatto che l'attore protagonista (Anakin) non era un attore di richiamo per fidelizzare il pubblico... ma anzi ha cambiato due volte l'attore in 3 film.

    Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    Ancora una volta... mettimi lo stesso personaggio nel deserto mille anni prima, senza un baby Yoda, senza Luke, senza spade laser e senza l'appiglio del "chissà cosa sarà successo all'impero dopo la battaglia di Endor", e vediamo quanto successo ha, pur chiamandosi Star Wars.
    La gente si è stufata dell'impero e dell'intasamento che c'è a ridosso della OT. Forse è questo non ti è molto chiaro.

    Grogu non è Yoda non fa le cose da Yoda ed è un concetto di personaggio (per il live action) totalmente nuovo. Piace perché è un batuffolino. Se ci piazzavi un baby kit fisto (quel jedi con i tentacoli verdi nella prequel) o un baby jabba the hutt, avresti avuto lo stesso identico successo anche commerciale.

    A funzionare è stata l'idea di mettere insieme un personaggio violento come quello di Mando, con uno estremamente puccioso... così da creare quella classica dinamica "padre-figlio" e trovare dei punti in comune tra i due, attraverso il passato del paparino. E' la storia (quella che tu affermi mancare) ad interessare non i "rimandi a". In questo caso l'affiatamento della strana coppia colpisce lo spettatore e lo tiene incollato. Cosa glie ne frega alla gente di sapere altro sull'impero.. casomai interessa sapere di più sui mandaloriani.

    Luke in The Mandalorian poteva anche non esserci che la serie andava alla grande anche senza. Basta vedere il trailer leak di Mando 3 per rendersi conto che è una storia che cammina con le proprie gambe. Poi se tu sei convinto che anche li, la gente si ricorda della serie solo perché arriva Luke, hai feedback molto diversi da quelli reali.

    Concludo... ogni volta che esce fuori un annuncio di una serie tv di SW i fan, cinefili, spettatori generici o comunque gente che commenta le notizie fa sempre la stessa identica battuta: "a quando la serie sulle rotelle di R2D2?" a dimostrare che un po' tutti si son rotti le palle a vedere serie che cercano di spiegarti "cosa faceva tizio prima di" "come caio ha conosciuto tizio".

    Lascia un commento:


  • Yalun
    ha risposto
    Infatti, per dire, mio fratello Pascal lo conosce dalla serie su Escobar e non si è cagato minimamente Madalorian e Kenobi. Ciò non toglie che i figli al cinema a vedere SW (ma anche curiosità sua, pur non essendo un invasato) ce li porta. Per me il livello qualitativo delle serie tv e delle produzioni cinematografiche, a livello di casting, è abbastanza alto, soprattutto in casa Disney. Ciò non toglie che se non hai storie buone di base, il casting è relativo.

    Lascia un commento:


  • The Fool
    ha risposto
    Sono volti televisivi per altro noti ad un pubblico già più agè e comunque non così noti da trascinare le masse.

    Al cinema ci vuole gente di altro tipo (con tutto che Pascal è un ottimo attore).

    Lascia un commento:


  • Yalun
    ha risposto
    Bè ma già da ora in SW ci sono attori di richiamo, al di là di quelli della sequel; Pascal, Weathers, Sackhoff direi sono volti noti. Non credo ci sarà mai un De Niro a fare il maestro jedi o l'ufficiale di qualcosa. Siamo anche nel 2022 e oltre, non credo che uno che ha 15 anni oggi vada al cinema perchè c'è un De Niro che fa personaggio x. Poi, chiaro, devono puntare sulle storie, possibilmente buone storie. Come detto sopra, sono ancora in grado di creare personaggi iconici (Mando/Grogu) se invece di riciclarsi l'inutilmente riciclabile del lore interno di SW, si ispirano ad altre opere che permettano altri sbocchi.

    Se invece rimangono nel regno dei soliti 4 elementi "caratterizzanti" (parentele improbabili, ritorni dalla morte accazzo e il 90% delle ambientazioni su tattooine o, in generale, tattooine) è inevitabile il sopraggiungere della noia da parte del pubblico.

    Lascia un commento:


  • The Fool
    ha risposto
    Originariamente inviato da Woody Visualizza il messaggio
    E lì torniamo al punto. Se ambienti Star Wars in un'epoca lontana non puoi far a meno di attori di richiamo. Perché ad un quarto di secolo dagli anni 2000, no, non credo che il nome Star Wars basti più per portare la gente al cinema. Con la crisi del cinema, con la saturazione di prodotti Lucasfilm e con la Marvel che impera. Ci vogliono attori e storie, se vuoi raccontare un periodo e personaggi di cui non frega un cazzo al grande pubblico.
    A me sta bene. Un po' come si è mosso (e si sta muovendo) Villeneuve per Dune.


    Con tutto che le saghe sci-fi che al momento interessano a me sono quella di Cameron e quella di Villeneuve. Se per 10 anni non dovessi vedere un film di SW non ne sentirei di certo la mancanza. Salvo appunto colpi di genio particolarmente avvincenti.

    Lascia un commento:


  • Woody
    ha risposto
    E lì torniamo al punto. Se ambienti Star Wars in un'epoca lontana non puoi far a meno di attori di richiamo. Perché ad un quarto di secolo dagli anni 2000, no, non credo che il nome Star Wars basti più per portare la gente al cinema. Con la crisi del cinema, con la saturazione di prodotti Lucasfilm e con la Marvel che impera. Ci vogliono attori e storie, se vuoi raccontare un periodo e personaggi di cui non frega un cazzo al grande pubblico.

    Lascia un commento:

In esecuzione...
X