annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Rogue One - A Star Wars Story (Gareth Edwards)

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Se si attengono al modus operandi di Lucas forse tra qualche anno aggiorneranno gli effetti speciali del film come è successo con la trilogia originale...
    :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

    Commenta


    • Su Leia il deepfake funziona, ma su Tarkin (ad eccezione di qualche fotogramma) mi sembra che peggiori il tutto, a sprazzi gli occhi sembrano enormi.
      Secondo me non è invecchiata male la ricostruzione di Tarkin, l'unica cosa è che avrebbero dovuto giocare più d'astuzia dandogli meno inquadrature e mostrandolo magari un po' più in ombra. La sensazione invece è che volessero mostrarlo il più possibile proprio per "vantarsi" della conquista tecnologica raggiunta.

      Commenta


      • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
        La sensazione invece è che volessero mostrarlo il più possibile proprio per "vantarsi" della conquista tecnologica raggiunta.
        Quello è poco ma sicuro, questo tipo di sequenze servono anche come vetrina e showreel per la ILM.

        Poi, il deepfake è più una curiosità che altro, e non reggerebbe sul grande schermo, ma tanto per rimarcare quello che dicevo, nel confronto sotto si vede bene quanto nell'originale siano stati esasperati i microdettagli e i riflessi dei tessuti, rendendo troppo artificiale la resa, mentre il deepfake rende il tutto in maniera più sobria e "analogica" (e in effetti la texture proviene da un'originale in pellicola).

        Comunque nessuno dei due convince al 100%, questo è pacifico.

        Tarkin.jpg

        Commenta


        • Sì ma fatelo vedere a qualcuno che non sa chi è Tarkin e non credo che griderà subito al "rendering!" provato in diretta al cinema, ero in compagnia di gente a cui abbiamo dovuto spiegare che quello era un volto in cgi applicato ad un altro attore.

          Secondo me non è invecchiato male ma è vero che questa tecnologia, soffre della ricerca del dettaglio. Mi ricorda un po' le prime volte che si ricreavano modelli in 3d di animali o umani e si tendeva a fare tutto sempre in modo perfetto. Quando in realtà il segreto è proprio inserirci qualche difetto (come nella realtà), per nascondere l'artificiosità dei modelli.
          "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
          And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
          That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


          # I am one with the Force and the Force is with me #

          -= If You Seek His Monument Look Around You =-

          Commenta


          • Chiunque giochi ai videogame lo vede da un chilometro che quella roba è finta dai. Ma come non è invecchiato male, fa letteralmente cagare...

            Commenta


            • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
              Quando in realtà il segreto è proprio inserirci qualche difetto (come nella realtà), per nascondere l'artificiosità dei modelli.
              Ma i difetti ci sono tutti nel modello in cgi, paragonato al volto reale di Cushing si ritrova ogni singola caratteristica e imperfezione. Il problema vero è la taratura dei mille parametri di shading/rendering, basta un decimo di punto percentuale in più su una mappa di dettaglio, una translucenza o sul profilo di uno speculare per finire a capitombolo nella uncanny valley.

              Qui hanno decisamente esagerato, a guardare il volto sopra sembra quasi che gli abbiano asportato la pelle e che stiamo guardando direttamente la carne viva.

              Commenta


              • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                ero in compagnia di gente a cui abbiamo dovuto spiegare che quello era un volto in cgi applicato ad un altro attore.
                Idem... se uno non lo sa l'illusione può funzionare.
                :twisted: LA VOSTRA SERENITA' E' UN BUON SINTOMO... ALLEVIA LA TENSIONE E LA PAURA DI MORIRE. :twisted:

                Commenta


                • Originariamente inviato da Naihir Visualizza il messaggio
                  Sì ma fatelo vedere a qualcuno che non sa chi è Tarkin e non credo che griderà subito al "rendering!" provato in diretta al cinema, ero in compagnia di gente a cui abbiamo dovuto spiegare che quello era un volto in cgi applicato ad un altro attore.

                  guarda, effettivamente è capitato anche a me, due volte! con due persone differenti, quindi non è proprio un caso

                  io ovviamente già sapevo che quell'attore sarebbe apparso in CGI, quindi ero condizionato da questo fattore

                  rimane indubbio che sia invecchiato malissimo come effetto

                  Commenta


                  • Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
                    Qui hanno decisamente esagerato, a guardare il volto sopra sembra quasi che gli abbiano asportato la pelle e che stiamo guardando direttamente la carne viva.
                    sì e sono quel tipo di esagerazioni che mi hanno ricordato quando si tendeva a strafare con la cgi nei primi anni come a dire "hey guardate, visto quanto siamo bravi" ma col tempo le esagerazioni si sono affievolite, puntando su fattori diversi. qui sicuramente abbiamo un effetto che è riuscito bene (tutto si può dire ma l'applicazione del volto in cgi ad un altro attore è riuscita e fluida) ma che è stato troppo accentuato, producendo a chi è svezzato da certi effetti, a notare tutto quello che hai ben notato tu.

                    la cosa più fastidiosa per me sono gli occhi vitrei, però tutto sommato quando l'ho visto per la prima volta al cinema, non mi ha minimamente infastidito (l'unica cosa è che lo trovai un po' troppo scuro) e sono rimasto piacevolmente colpito dal fatto che il personaggio avesse addirittura così tanto screentime... un po' a manifestare una certa sicurezza del risultato raggiunto.

                    per me sono ben altre le cgi invecchiate male.. tipo quelle de Lo Hobbit o di quasi tutti i film Marvel, dove l'effetto plasticoso regna incontrastato. nei film di SW la ILM mi sembra più attenta e anche i film della sequel, non hanno così tante sbavature, quante ne potresti contare nei cinecomics curati dalla stessa ILM (che probabilmente ci si approccia a mo' di videogiochi).
                    "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                    And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                    That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                    # I am one with the Force and the Force is with me #

                    -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                    Commenta


                    • Concordo con Naihir.
                      E sulla "credibilità" degli effetti di questo tipo per me ha più peso il parere di chi, al contrario nostro, non ha conoscenze adeguate su ciò che sta guardando (in questo caso ad esempio chi non sa chi sia Tarkin/Peter Cushing)

                      Commenta


                      • Sì ragazzi, siamo d'accordo che a tanti l'effetto va benissimo così e il problema della credibilità non se lo pone ma se è per questo c'è anche un sacco di gente che crede ai filmati-bufala palesemente contraffatti che girano sui social. Un'istituzione nel campo degli effetti visivi come la ILM non può accontentarsi del generico "può funzionare" basato sul pubblico meno attento ma cercherà sempre di spostare più in su l'asticella del risultato e convincere anche il pubblico più smaliziato.

                        Del resto, se è nata la tiritera del "lo faccio meglio col deepfake" è proprio perché, accanto a tanti che neanche se ne accorgono, c'è anche un sacco di gente a cui questo tipo di ricostruzioni digitali sembrano farlocche.

                        Commenta


                        • Originariamente inviato da Cosmo Visualizza il messaggio
                          Sì ragazzi, siamo d'accordo che a tanti l'effetto va benissimo così e il problema della credibilità non se lo pone ma se è per questo c'è anche un sacco di gente che crede ai filmati-bufala palesemente contraffatti che girano sui social. Un'istituzione nel campo degli effetti visivi come la ILM non può accontentarsi del generico "può funzionare" basato sul pubblico meno attento ma cercherà sempre di spostare più in su l'asticella del risultato e convincere anche il pubblico più smaliziato.

                          Del resto, se è nata la tiritera del "lo faccio meglio col deepfake" è proprio perché, accanto a tanti che neanche se ne accorgono, c'è anche un sacco di gente a cui questo tipo di ricostruzioni digitali sembrano farlocche.
                          Ah quello è sicuro, è un campo in cui si può migliorare ancora molto anche se chissà quanto ci vorrà per ridurre al minimo il rischio di uncanny valley/straniamento che c'è sempre.
                          Ma quello che volevo dire è che parliamo spesso di percezioni assolutamente soggettive, già all'epoca ricordo pareri o recensioni in cui la ricostruzione Tarkin non convinceva, uno lo definì "un personaggio uscito da Polar Express", altri invece ne erano entusiasti. E continuo a sentire tutto il contrario di tutto ogni volta che un personaggio viene ringiovanito, dalla (a mio parere piuttosto convincente) Rachel di BR2049 fino al brutto Luke di The Mandalorian.

                          Commenta


                          • Il messaggio è un po' universale. Rivolto sia a chi non se ne accorge ma soprattutto a chi lo farà.

                            Chi già sa è pronto a vedere tutti i micro o macro difetti, quindi si parte col presupposto che, per quanto ti sforzi, non li puoi intortare. Poi vabè la roba dei deepfake sinceramente mi fa sorridere, sembra un po' l'aggiornamento de "il mio falegname con 30mila lire la faceva meglio".

                            Secondo me è tutto voluto. Gli servono le reazioni di chi "sa" per migliorare la tecnica e come migliorare il mascheramento per raggiungere effetti sempre più soddisfacenti. Sono le stesse cose che succedevano quando la cgi si praticava sugli ambienti e sugli effetti naturali (tsunami, vortici, sabbia, fuoco). All'inizio erano esagerati, dei veri e propri biglietti da visita per dire "toh, guarda che ho fatto. ti sfido a fare meglio", oggi tutti stanno a guardare le esplosioni o i mostroni, ma nessuno che fa più caso se l'ambiente è digitalmente ritoccato, se è tutta computer grafica eccecc.

                            p.s.
                            tra la cgi invecchiata male, metto pure i 2 Matrix. anche quelli facevano parte ancora della periodo "esageriamo", un po' come ne faceva parte anche Ep2 parlando di SW.

                            chi da le piste a tutti è Pirati 2.
                            "So the son saves the father and the father saves the son and it works out perfectly.
                            And I draw that line all the way from Phantom Menace to Return of the Jedi.
                            That’s the story of Star Wars." - Dave Filoni


                            # I am one with the Force and the Force is with me #

                            -= If You Seek His Monument Look Around You =-

                            Commenta


                            • Originariamente inviato da Admiral Ackbar Visualizza il messaggio
                              ...E continuo a sentire tutto il contrario di tutto ogni volta che un personaggio viene ringiovanito, dalla (a mio parere piuttosto convincente) Rachel di BR2049 fino al brutto Luke di The Mandalorian.
                              Questo di sicuro, c'è da dire comunque che il problema riguarda in modo specifico la figura umana e in particolare proprio il volto.

                              Uno degli ultimi baluardi della CGI era fino a poco tempo fa la fluidodinamica - in particolare le simulazioni con l'acqua - complesse e lunghissime da calcolare, ma ormai in quel campo siamo vicini a una credibilità quasi totale. Il volto umano presenta contemporaneamente una miriade di difficoltà tecniche sommate però a questioni specifiche di tipo percettivo e psicologico che sarà veramente difficile superare del tutto. I volti delle scimmie nella trilogia di Planet of the Apes, per esempio, sono perfette, mentre un volto umano digitale sembrerà facilmente sempre poco credibile per ovvi motivi di familiarità, che abbiamo fin da quando eravamo neonati.

                              Commenta


                              • Originariamente inviato da Tom Doniphon Visualizza il messaggio
                                Chiunque giochi ai videogame lo vede da un chilometro che quella roba è finta dai. Ma come non è invecchiato male, fa letteralmente cagare...
                                Tralasciando che in pratica non si muove ...sta lì praticamente fermo ...Luke poi pare un abominio come resa... in bassa risoluzione ti accorgi anche dei rimaneggiamenti attorno al volto...



                                Qualcosa tipo Spielberg ,ma con le macchine al posto dei dinosauri

                                Commenta

                                In esecuzione...
                                X